Fallita la IDB

Investimenti in diamanti. Quali risvolti per i consumatori?

Ancora novità sul caso degli investimenti in diamanti di cui ci siamo più volte occupati. È, infatti, fallita la Intermarket Diamond Business (in partnership con Unicredit e Banco BPM), che era stata multata dall’Antitrust per pratica commerciale scorretta per non aver informato correttamente i consumatori sugli investimenti che andava proponendo, sanzione confermata anche dal Tar del Lazio. Adiconsum, che ha aperto il 2 luglio scorso un tavolo con il Banco Popolare di Milano per esaminare, sulla base di criteri e obiettivi condivisi, le posizioni dei consumatori, in primis di quelli in situazioni di criticità, ha contattato subito la curatrice del fallimento. Al momento, la curatrice ha confermato che le pietre in possesso di IDB devono essere considerate beni di terzi estranei all’attivo, quindi non dei beni sequestrati. Se così fosse, dovrebbero essere restituiti ai legittimi proprietari. Non appena avremo ulteriori elementi, Vi informeremo se il consumatore-investitore dovrà semplicemente dimostrare la proprietà del bene per ottenere la restituzione, o se invece dovrà procedere alla domanda di ammissione al passivo.