Sai riconoscere un prodotto originale da uno contraffatto?



Considerati gli alti livelli di sofisticazione raggiunti, è davvero molto difficile riconoscere un prodotto contraffatto da uno originale. A volte l’acquisto di un prodotto contraffatto è inconsapevole, a volte invece è consapevole ed è dettato solo dal gusto di indossare o possedere un prodotto simile a quello di marca. Ma sai che cosa si cela dietro al fenomeno della contraffazione?


Sai che cos’è l’EUIPO e che cosa fa?

L’EUIPO è l’Ufficio dell’Unione europea che si occupa di proteggere la proprietà intellettuale, contrastandone la violazione che porta alla falsificazione dei marchi registrati nonché dei disegni e modelli comunitari registrati. Insomma, l’EUIPO è l’ufficio che ha il polso della situazione sulla contraffazione e proprio per far emergere cosa c’è dietro a questo mondo, ha lanciato una Campagna di sensibilizzazione (Spring Campaign) rivolta ai consumatori europei.


Un po’ di dati

  • 1 europeo su 10 (9 %) ha affermato di avere acquistato prodotti contraffatti a causa di indicazioni fuorvianti

  • il 6,8 % delle importazioni dell’Unione europea è rappresentato da prodotti contraffatti per un valore che ammonta a 121 miliardi di euro (cosmetici, giocattoli, vibi, bevande, elettronica, abbigliamento, pesticidi, ecc.)

  • 1/3 degli europei (33%) si è interrogato sull’originalità del prodotto acquistato

  • il 6% degli italiani ha acquistato prodotti contraffatti a causa di indicazioni fuorvianti.

I danni della contraffazione

I danni riguardano sia i Consumatori che le Piccole e Medie Imprese (PMI).

Per i consumatori:

  • i danni riguardano la salute e la sicurezza per l’esposizione a sostanze chimiche pericolose e anche perdite finanziarie.

Per le PMI

  • I danni riguardano perdita di fatturato, di reputazione, di competitività. 1 su 4 in Europa ha subito violazioni della proprietà intellettuale, delle quali il 26,8% in Italia.

I settori interessati dalla contraffazione

Non c’è un settore che non è interessato dal fenomeno: dai cosmetici ai giocattoli, dal cibo alle bevande, dall’elettronica all’abbigliamento, dai pesticidi ai farmaci e ai dispositivi di protezione individuale, ai servizi di IP-Tv, ecc..

Contraffazione e Covid

La pandemia da Covid, purtroppo, ha portato ulteriori effetti negativi, quali:

  • l’aumento dei medicinali e dei prodotti sanitari contraffatti (antibiotici, antidolorifici, dispositivi di protezione individuale, ecc.) (v. il Report sul commercio dei prodotti farmaceutici contraffatti )

  • lo streaming illegale.

La Spring Campaign di EUIPO

EUIPO ha pensato di informare i cittadini europei sulla contraffazione attraverso

  • una NOTA di approfondimento

  • un’ INFOGRAFICA informativa

  • un video.

Dietro alla contraffazione, infatti, c’è purtroppo un mondo fatto di criminalità, di azioni che mettono a repentaglio la nostra salute e sicurezza, nonché i nostri soldi.


Adiconsum e la Campagna di EUIPO

Adiconsum si occupa di tutela della proprietà intellettuale e di lotta alla contraffazione da molto tempo sia a livello nazionale che europeo e in entrambi in qualità di coordinatore o di partner.

A livello nazionale, abbiamo partecipato alle varie edizioni del progetto “Io non voglio il falso”, seguito da “Io sono originale” che è ormai alla sua IV edizione. Entrambi i progetti sono stati finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico, Ufficio UIBM-Ufficio Italiano Brevetti.

A livello europeo, Adiconsum coordina il progetto “Peers Say No”, giunto alla sua seconda edizione, in cui porta il tema della tutela della proprietà intellettuale e della lotta alla contraffazione nelle scuole, coinvolgendo studenti, insegnanti e genitori. In particolare, negli incontri nelle classi, Adiconsum utilizza (con successo) un approccio di “peer-education” che si è dimostrato molto efficace come strumento di insegnamento ai ragazzi. Adiconsum fornisce informazioni attraverso video e dimostrazioni pratiche, lasciando poi alla creatività dei ragazzi la realizzazione di un messaggio rivolto ai loro coetanei.